Category

Ricette

le ricette del Casato

Pasta e primi, Ricette, Tv

Il magico risotto di Sookie, da Eat like a Gilmore

gilmore-girls-n6

Il magico risotto di Sookie è una di quelle ricette che ho sempre voluto provare.

E come dice Kristi Carlson è uno dei piatti iconici di Gilmore Girls.

In Gilmore Girls compare nella quarta puntata della prima stagione, ed è il cavallo di battaglia della chef.

Quando mi è arrivato il libro di Kristi Carlson “Eat like a Gilmore” è stata la prima ricetta che ho deciso di provare, cascasse il mondo.

Il menù che ho pensato per la mia Gilmore Girls Night ha sempre avuto un punto fermo: il magico risotto di Sookie.

E allora, senza indugi, ecco la ricetta, e vi prego fate esattamente quello che c’è scritto, anche se vi sembra che il basilico non ci azzecchi niente.

E ricordate di abbinare il vino giusto.

Continua a leggere…

Related posts
Il mio Instagram di marzo
22 maggio 2017
Gennaio ciao, benvenuto Febbraio vedi di farcela
1 febbraio 2017
Mangia come una ragazza Gilmore
19 ottobre 2016
Dolci, Ricette

Mele, caramello salato e gelato alla crema

apple cake1

La torta di mele.

Talmente tradizionale da essere presente praticamente in ogni cultura culinaria.

“As American as apple pie” americano come una torta di mele, per dire.

Che sia con base di frolla, o morbida, o con pasta brisèè.

E come non amarla, con quel profumo che fa inverno, che fa casa.

Anche a me che detesto le mele. Anzi, no mi sono indifferenti.

Cioè, non è che io non le mangi e non ho certo creato nessuna pagina inneggiante odio e rancore contro le mele.

Ho vissuto in Trentino sette anni, ho attraversato meleti di ogni tipo, li ho amati in fiore, quando attraversi per chilometri la Val di Non.

Il problema è che le trovo la frutta più noiosa del mondo, niente a che vedere con la frutta estiva, il melone, le fragole. Il cocomero, le pesche.

Lo so sono una brutta persona.

Poi però le fai sposare con un impasto morbido, dolce e burroso, e ciao, mela ti amo!

Di ricette dicevamo, ce ne sono migliaia. Dalla più classica alle rivisitazioni.

Quella che in questo periodo mi piace fare e rifare prende spunto da quella della torta di mele rovesciata di Annalisa Barbagli, secondo me la migliore esistente.

Solo che al posto del suo caramello classico io ho messo caramello salato.

Si, non mi giudicate. Continua a leggere…

Related posts
Sette consigli per un tour tra Umbria e Toscana
10 gennaio 2018
Il Trono di Spade è ricominciato, cuciniamolo insieme
17 luglio 2017
Mini ciambellone al limone
10 luglio 2017
Contest e Collaborazioni, Dolci, Ricette

Alpro, lo smothies definitivo con l’avena

dsc_0309

dsc_0312Cara Alpro, confesso subito: tra tante proposte vegetali, io il latte d’avena non l’avevo mai assaggiato.

Adesso ho potuto assaggiarlo, e mi sono sbizzarita subito. E siccome Alpro
mi ha inviato anche un meraviglioso bicchierone instagrammabile, ecco che il golosissimo smothie al cioccolato è servito!

Faccio le dovute premesse: io non uso più il latte vaccino a casa, se non per sporadiche occasioni, perchè io sono una golosa, amo il burro, amo la panna, amo il latte.

Nella mia infinita auto indulgenza sono convinta infatti che se nell’alimentazione quotidiana utilizzo solo ingredienti sani, ogni tanto posso fare uno strappo alla regola.

Anche perchè far accettare a casa il latte vegetale, non voglio raccontarvi balle, è stato abbastanza complicato.

Principalmente utilizzo latte di soya, per cucinare e per la colazione, a volte cocco e riso.

Come dicevo, il latte d’avena non lo avevo mai acquistato, quindi beh, grazie Alpro che me lo hai fatto scoprire!

La ricetta che segue ha ricevuto consensi unanimi, e quindi come non rendervi partecipi di questa mia epifania?

Il latte d’avena, promosso a pieni voti!

 

Continua a leggere…

Related posts
Sette consigli per un tour tra Umbria e Toscana
10 gennaio 2018
Il Trono di Spade è ricominciato, cuciniamolo insieme
17 luglio 2017
Mini ciambellone al limone
10 luglio 2017
Carne e pesce, Pasta e primi, Ricette

Gli spaghetti di Lilli e il Vagabondo

dsc_0292

giphyPolpette e spaghetti, un’aberrazione, un cibo da cani innamorati, un comfort food, una tradizione italo americana che affonda nei primi del ‘900.

La storia degli spaghetti meatballs sa di leggenda metropolitana: gli americani sono convinti che si tratti di un piatto tipico italiano, gli italiani generalmente inorridiscono, e parlano di falsa tradizione.

Le origini allora, ci si da un gran da fare, a cercarle tra motivazioni sociologiche ed economiche e nella storia degli emigranti dei primi del ‘900.

Avevano pochi mezzi, e in buona sostanza si trovarono ad assemblare la carne macinata per farne polpette e pasta al pomodoro.

Ok, ok, scusate però, prima obiezione: a casa mia le faceva la mia nonna, e per quanto mi piacerebbe avere un’avventurosa storia di va e vieni dagli States, alla Bastianich, i miei avi vicini e lontani provengono tutti ma proprio tutti dalla provincia di Siena.

 

dsc_0307Toscanitudine inside.

Non ho spiegazioni turbinanti in merito, anche se la mia fantasia potrebbe creare romantiche storie di soldati americani che attraversano i paesi lasciando dietro di loro ricette fantasiose di spaghetti e polpette.

Fatto sta che se trovo un buon macinato, e non ho sbatty di fare il ragù, o sono triste e ho voglia di coccolare qualcuno, ecco comparire magicamente gli spaghetti di Lilli e il Vagabondo. Continua a leggere…

Related posts
Sette consigli per un tour tra Umbria e Toscana
10 gennaio 2018
Il Trono di Spade è ricominciato, cuciniamolo insieme
17 luglio 2017
Mini ciambellone al limone
10 luglio 2017
Carne e pesce, Pasta e primi, Ricette

Ossobuco e risotto alla milanese

dsc_0328

Ho cucinato ossobuco e risotto giallo.

E’ stato un fine settimana uggioso, soprattutto nell’umore.

Ho avuto caldo di giorno, ha soffiato lo scirocco, un pò ha piovuto, sono riemerse le odiose zanzare.

Il vento caldo mi ha messo di malumore.

E ci sono poche cose che possono quietare quella sensazione di ansia e malinconia.

Una è cucinare, prendersi cura di qualcuno nutrendolo.

Ed ho cucinato.

Ossobuco, appunto. Accompagnato con il risotto giallo.

Un piatto non complicato, invernale, grasso e calorico, tradizionale, come se mi servissero certezze per regolare il tempo intorno a me, instabile e strambo; come se per rimettere a posto l’universo, avessi bisogno di cucinare un piatto regolato non solo dalla disciplina dell’elenco degli ingredienti, da un procedimento ben scandito, ma anche dal rigore della tradizione regionale.

Continua a leggere…

Related posts
Il mio Instagram di marzo
22 maggio 2017
Gennaio ciao, benvenuto Febbraio vedi di farcela
1 febbraio 2017
Il magico risotto di Sookie, da Eat like a Gilmore
5 dicembre 2016
Carne e pesce, Ricette

Fettina panata o della risposta romana alla cotoletta

fettina panata 1

Ode alla fettina panata.

Esattamente un anno fa scrissi un post per Dissapore rispondendo ad un quesito di quelli sui massimi sistemi: elencare i 5 piatti romani che tutto il mondo dovrebbe conoscere.

Uno dei piatti nominati era una risposta netta e decisa alla milanesissima cotoletta, contenuta nell’elenco simile sulla città di Milano.

La fettina panata.

La fettina panata che ogni romano “la mia mamma fa la migliore” , quella che il giorno dopo fredda in mezzo alla ciriola magari coi peperoni di nonna “che bbbona”.

Quella che tutti i bambini di Roma vogliono per il pranzo della domenica.

E se vi dessi la ricetta?

Perché secondo me tutti dovreste cucinare questo piatto e far felice il bambino che è in voi.

Continua a leggere…

Related posts
Sette consigli per un tour tra Umbria e Toscana
10 gennaio 2018
Il Trono di Spade è ricominciato, cuciniamolo insieme
17 luglio 2017
Mini ciambellone al limone
10 luglio 2017
Pasta e primi, Ricette, Vegan&co.

Pesto di pistacchi, la ricetta originale di Bronte

pistacchi

pistacchi 2Oggi è il turno del pesto di pistacchi di Bronte.

Siete mai passati per la frustrazione di cercare in rete una ricetta il più possibile vicina all’originale, perché volete riprodurre esattamente quel sapore, e di conseguenza quel ricordo, quella precisa emozione?

Se passate qui abbastanza spesso saprete che a me capita di continuo, l’ultima fu la panzanella toscana.

Ma torniamo al pesto di pistacchi.

Sapete quante ne ho cercate e provate?

Alla fine mi è arrivata la ricetta direttamente da Bronte, e devo dire che è stata di gran lunga la più soddisfacente.

Io l’ho usato per condire gli spaghetti, e non so se sia la pasta più adeguata, ma comprendetemi: i maschi di questa casa amano la pasta lunga.

Dunque, ecco a voi la migliore ricetta del pesto di pistacchi di Bronte. Continua a leggere…

Related posts
Sette consigli per un tour tra Umbria e Toscana
10 gennaio 2018
Il Trono di Spade è ricominciato, cuciniamolo insieme
17 luglio 2017
Mini ciambellone al limone
10 luglio 2017
Antipasti, Pasta e primi, Ricette, Vegan&co.

Panzanella toscana, qui se ne fa una questione di principio

panza 2

Si, lo so, non dovrei essere rissosa.

Non dovrei fare questioni di principio, ma qui si parla di panzanella toscana.

Qualche giorno fa un social mi ha rimbalzato il nuovo post di un noto aggregatore di bloggers.

panza 1La vera panzanella toscana. Ed essendo io toscana, e fan numero uno della panzanella, son andata subito a leggermela.

E negli ingredienti c’erano i peperoni.

No dico, i PEPERONI.

Ora se stessimo parlando di una sfiziosa rivisitazione, di un’ interpretazione creativa di un grande classico… Ma no, se dici che quella è la ricetta originale, ecco allora io parto per la guerra santa delle ricette.

E signore e signori, esiste un’unica e indiscussa ricetta della panzanella toscana.

Il resto sono mappazzoni rivisitati. Continua a leggere…

Related posts
Sette consigli per un tour tra Umbria e Toscana
10 gennaio 2018
Il Trono di Spade è ricominciato, cuciniamolo insieme
17 luglio 2017
Mini ciambellone al limone
10 luglio 2017
Dolci, Ricette

I muffin di Nigella, ma con un po’ di freschezza

muffin 4

Ho acceso il forno ed ho fatto i muffin al cioccolato.

Lo confesso.

Si schiuma dal caldo ed io ho acceso il forno.

E peraltro sono ancora cosciente abbastanza per raccontarlo.

Come al solito ho fatto i muffin più brutti del mondo: avete presente quando su buzzfeed food fanno quei post su come dovrebbe essere e come è venuto?
Ma io avevo una merenda da servire, e quindi ho messo in atto la più geniale delle soluzioni: ho usato il gelato allo yogurt e l’ho servito con le amarene. Continua a leggere…

Related posts
Sette consigli per un tour tra Umbria e Toscana
10 gennaio 2018
Il Trono di Spade è ricominciato, cuciniamolo insieme
17 luglio 2017
Mini ciambellone al limone
10 luglio 2017
Pasta e primi, Ricette, Vegan&co.

Le zucchine ripiene definitive

zucchine ripiene1

E così è arrivato all’improvviso quel momento dell’anno in cui scoppiano pazzesche giornate di sole, a Fiumicino tutti si riversano lungo il fiume a mangiare fritture di pesce ed io vado al mercato e compro verdure che poi non so cucinare.

zucchine tondeE’ stata una settimana così impegnativa che ho temuto di non aver tempo neanche per respirare, figuriamoci cucinare

Tipo queste bellissime zucchine tonde e sode. Che sembrano fatte apposta per essere farcite.

Dilemma: l’unica farcitura che uso per le zucchine è quella con il tonno, ma ovviamente non ho il tonno in casa, perché da quando ho democraticamente imposto alla famiglia un regime alimentare sano, equo e antispreco compro solo il tonno che consiglia Greenpeace, il che vuol dire che non ne ho quasi mai in dispensa.

Continua a leggere…

Related posts
Sette consigli per un tour tra Umbria e Toscana
10 gennaio 2018
Il Trono di Spade è ricominciato, cuciniamolo insieme
17 luglio 2017
Mini ciambellone al limone
10 luglio 2017