Cose da Foodies, Storie

Chocolat, la rivoluzione al gusto di cioccolato. «One taste is all it takes.»

chocolate-1277002__180

La cioccolata calda, speziata al peperoncino.
Triangoli al pepe. Capezzoli di Venere. La torta di Vianne. Scorzette d’arancia e mandorle. Conchiglie ripiene.
Vianne gira una ruota azteca, ti invita a guardarci dentro, e dentro a quello che vedi, lei trova il cioccolato giusto per te.
Anni ’50: l’ arrivo della misteriosa “artista del cioccolato” Vianne Rocher (Juliette Binoche ) rivoluziona le tranquille vite degli abitanti di un paesino guidato da un conte bigotto. 
Juliette – Vianne, bellissima e sensuale, guida la sua rivoluzione del cioccolato risvegliando sensi e velleità in ciascun abitante, preparando dolci e praline, di cui ti sembra di sentire il profumo in ogni scena.
La storia d’amore con lo zingaro del fiume, un Johnny Depp al naturale (come e’ sempre più difficile vederlo), una Judy Dench strepitosa come sempre, che legge l’Antologia di Spoon River al nipotino ritrovato.


brownie-548591_960_720Il conte, che infine, cede ai sensi e alla cioccolata, in una memorabile scena di abbuffata iper calorica.
Le immagini più belle? Una, senza dubbio la preparazione dei dolci, una lunga sequenza di gesti precisi, di mani affondate negli impasti.
L’altra, quella della festa di Armande – Judy Dench, in cui tutti gli invitati gustano piatti cucinati da Vianne dal salato al dolce, tutto declinato al sapore di cioccolato.
Il cioccolato, così antico, così confortevole, così consolatorio.
Ma anche eccitante, energetico, afrodisiaco.
Che si scioglie liscio sul palato, che sporca le mani, che scalda il cuore.
Il consiglio?
Una tazza di Earl Grey e un Brownie di Nigella, ma spolverizzato con un po’ di peperoncino.