Tag

cena in bianco

Cose da Foodies, Eventi

10 Tips and tricks sulle Cene in bianco, riqualificazione urbana e umana

Participants dressed in white take part in a big open air white dinner at the Trocadero gardens, in front the Eiffel Tower, in Paris, Thursday, June 13, 2013. The event is a reminiscent of flash mobs, where hundreds of people descend on one area at a specific time, summoned by SMS text message, gsm phone call or email. (AP Photo/Thibault Camus)

Terza puntata sulle Cene in bianco, ed eccoci qui a parlare di città.

Come già vi ho accennato il colpo d’occhio di tutte le cene in bianco del mondo, che sia Parigi sotto la torre Eiffel, New York o Bari, o Ostia toglie il fiato.

10671392_758582337538674_3869314746174566927_nProbabilmente è un fatto psicologico, forse siamo talmente disabituati al bello che poi tutta questa moltitudine di folli bianco-vestiti ci riempie il cuore.

Mi piace moltissimo il concetto di riqualificazione urbana e umana, che ho letto in giro su post e articoli. Continua a leggere…

Related posts
10 Tips and tricks sulle Cene in bianco, regole e bon ton
27 aprile 2016
10 Tips and tricks sulle Cene in bianco, oggi il primo: cosa sono
20 aprile 2016
Ostia ” Cena in Bianco”, il luogo svelato
3 settembre 2014
Cose da Foodies, Eventi, Storie

10 Tips and tricks sulle Cene in bianco, regole e bon ton

roses-770954_960_720

Come promesso ecco la seconda puntata dei 10 Tips and tricks sulle Cene in bianco, immergetevi in una candida nuvola di tulle bianco e leggetevi le cene in bianco dalla A alla Z:

AMBIENTE

Rispettare l’ambiente, perchè le cene in bianco sono ecologiche.

Niente sprechi o immondizia inutile, la parola d’ordine.

Vietati: piatti, bicchieri, tovaglioli, posate, bottiglie, tovaglie, contenitori usa e getta, di plastica o di carta.
No lattine.

Si a ceramica, porcellana, vetro, tovaglie e tovaglioli in stoffa, posate in metallo.
Si a fiori, centrotavola, candele, segnaposti.

Alla fine della cena si va via senza lasciare tracce, raccogliendo ciascuno i propri rifiuti e NON abbandonandoli al primo cestino disponibile.

BON TON

Dai, non fate finta di niente: sotto quella maglietta dei Ramones e i Dc Martens batte il cuoricino di panna montata di una signorina bon ton che anela almeno una volta a indossare un largo cappello e tirar fuori dalla madia l’agenteria della nonna #truestory. Continua a leggere…

Related posts
Il mio Instagram di marzo
22 maggio 2017
Gennaio ciao, benvenuto Febbraio vedi di farcela
1 febbraio 2017
Il magico risotto di Sookie, da Eat like a Gilmore
5 dicembre 2016
Cose da Foodies, Eventi, Il Casato filo della Rosa, La Onlus

10 Tips and tricks sulle Cene in bianco, oggi il primo: cosa sono

flower-1307354_960_720

Primavera, e comincia la voglia di cenare all’aperto, di stare in compagnia, di uscire a passeggiare dopo cena.

E tra poco ricomincerà il conto alla rovescia per uno degli eventi più chic delle sere di tarda primavera e inizio estate: le cene in bianco, o white dinner o diner en blanc.

bicycle-1031486_960_720“Lanciato da François Pasquier e una manciata di suoi amici nel 1988, The Diner en Blanc ® a Parigi oggi riunisce più di 10 000 persone ogni anno, con un record di oltre 15.000 ospiti durante il suo 25 ° anniversario nel 2013. L’ evento si è tenuto nei luoghi più prestigiosi della capitale francese: il Pont des Arts, la torre Eiffel, la piramide del Louvre, l’Esplanade Trocadéro, Place Vendôme, il Palazzo di Versailles, la spianata di Notre -Dame, Invalides, Place de l’Etoile, gli Champs-Elysées, Place de la Concorde e il Jardin du Palais Royal. “

Continua a leggere…

Related posts
Il mio Instagram di marzo
22 maggio 2017
Gennaio ciao, benvenuto Febbraio vedi di farcela
1 febbraio 2017
Il magico risotto di Sookie, da Eat like a Gilmore
5 dicembre 2016
Contest e Collaborazioni, Cose da Foodies, Eventi, Il Casato filo della Rosa, La Onlus

Ostia ” Cena in Bianco”, il luogo svelato

def

Eccoci dunque, siete pronti?
Leggete BENE fino in fondo e rileggete attentamente le regole di partecipazione 
#OstiaCenainBianco si terrà al Pontile di Ostia.
Saremo sul posto a partire dalle 19.30, e fino alle 20.30 ci sarà il tempo per arrivare, posizionarsi e allestire la propria cena.
All’arrivo sulla piazza troverete il nostro desk informazioni, e i ragazzi dello staff che vi accompagneranno sul luogo dove posizionerete il vostro tavolo.
Alle 23.30 in punto lasceremo il Pontile senza lasciare tracce, raccogliendo ciascuno i propri rifiuti e NON abbandonandoli al primo cestino disponibile.
La città ci ospita e dobbiamo rispettarla!!

NON DIMENTICATE: sacco dell’immondizia, stelline di capodanno (che accenderemo durante il brindisi alle 23.00), apribottiglie, accendino, e tutto quello che vi può servire per la cena!!!

Considerate che per lo scarico delle vostre cose potrete sostare velocemente davanti al pontile, senza però creare ingorghi, e nei parcheggi laterali.

Durante la serata sarà presente il nostro fotografo ufficiale, riconoscibile dal badge, se non volete essere fotografati, ditelo senza problemi, poichè le foto potrebbero essere usate nel nostro blog e nella nostra pagina FB.
Per lo stesso motivo, se volete condividere con noi le vostre foto potete inviarle a casatofilodellarosablog@gmail.com o sui social principali con i nostri hastag:
#selfieinbianco
#ostiacenainbianco
#quantoseibellaostiainbianco
#lamiaostiaèdifferente
#ostiabiancodisera
#ostiabiancotramonto
#ostiabrindainbianco Continua a leggere…

Related posts
Il mio Instagram di marzo
22 maggio 2017
Gennaio ciao, benvenuto Febbraio vedi di farcela
1 febbraio 2017
Il magico risotto di Sookie, da Eat like a Gilmore
5 dicembre 2016
Contest e Collaborazioni, Cose da Foodies, Eventi, Il Casato filo della Rosa, La Onlus

#OstiaCenainBianco…. Bon ton e tavole da sogno…

foto

Se nel look vi siete sbizzarrite, tra cappelli, fiori e coroncine, è la tavola la vera regina di questa serata.

Ricordate, la fantasia al potere, ma con una regola ferrea: niente usa e getta e total White.
E se pensate che una tavola tutta bianca sia noiosa e banale, guardate in queste foto quante cose potete creare per renderla chic e personale.
Candele, fiori freschi, nastri, ricami, centrotavola.
Express yourself.
Foto creata con Polyvore
Related posts
Il mio Instagram di marzo
22 maggio 2017
Gennaio ciao, benvenuto Febbraio vedi di farcela
1 febbraio 2017
Il magico risotto di Sookie, da Eat like a Gilmore
5 dicembre 2016
Contest e Collaborazioni, Cose da Foodies, Eventi, Il Casato filo della Rosa, La Onlus

#OstiaCenainBianco….Eat well, laugh often, love much

bicycle-1031486_960_720

“Picnic elegante”.
“Shabby chic in bianco”.
“Cena Glamour”.

Sono solo alcune delle frasi che, cercando nel web ” Cena in Bianco”, vengono ripetute più spesso.
Si, ma cosa si mangia?
Non esiste un menù standard, o consigliato.
Curiosando in rete, si possono trovare tantissime idee,
dal menù tutto bianco a quello tutto all’insegna del riciclo del tavolo delle donne di WE Women, a Milano.
In realtà il nostro consiglio e’ … Spazio alla fantasia, e siate voi stessi, perché nessuno giudicherà i vostri piatti, potete portare anche un paio di tramezzini, purché portiate con voi la cosa più importante: la voglia di stare insieme e condividere uno spazio della città dimenticato o trascurato.
Ecco, riempite i vostri piatti, le vostre pirofile di tanta allegria, eleganza e bellezza.
Related posts
Il mio Instagram di marzo
22 maggio 2017
Gennaio ciao, benvenuto Febbraio vedi di farcela
1 febbraio 2017
Il magico risotto di Sookie, da Eat like a Gilmore
5 dicembre 2016
Contest e Collaborazioni, Cose da Foodies, Eventi, Il Casato filo della Rosa, La Onlus

#OstiaCenainBianco…. Ma come mi vesto?

blogger-image-1890296931

Il dress code è rigido, non si scappa: il total white è d’obbligo.
Ma allo stesso tempo, sbizzarriamoci, look moderni o vintage, perle e fiori nei capelli.
Cappelli, perchè no? In fondo è una cena chic, un picnic glamour che saluta l’estate…
Panama, Borsalino, falde large, velette o cappellini e coroncine.
E così via, le perle della nonna ma anche il completo di lino semplice e lineare.
Insomma, il total white non deve spaventare, anzi mettiamo in moto la fantasia, perchè quella sera potremo osare anche look più eccentrici.
Per la Cena in Bianco si può.

la foto è stata creata con Polyvore

Related posts
Il mio Instagram di marzo
22 maggio 2017
Gennaio ciao, benvenuto Febbraio vedi di farcela
1 febbraio 2017
Il magico risotto di Sookie, da Eat like a Gilmore
5 dicembre 2016
Contest e Collaborazioni, Cose da Foodies, Eventi, Il Casato filo della Rosa, La Onlus

#OstiaCenainBianco…. La location

221918053-0350a2fa-335b-4c24-ba7a-48afacce5334

Il fascino della location è fondamentale per una Cena in Bianco.
Il valore culturale di questo tipo di flash mob, infatti, sta nel riscoprire la bellezza di un luogo della città poco sfruttato o dimenticato.
Ed ecco Ostia, bellissima e sofferente, un quartiere di Roma che potrebbe tranquillamente essere assimilata ad una città, con una posizione tra le più suggestive.
Incastonata tra una pineta di maestosi pini marittimi e lecci.
Dune di macchia mediterranea, e poi arrivando da Roma, improvvisamente il mare.
Così devono aver immaginato negli anni 20, una Città giardino morbida e selvaggia, che potesse essere fruibile dai romani, ma con un tocco glamour.
Purtroppo, il futuro di questo quartiere, l’avrebbe deciso Roma negli anni ’70 e ’80, relegando un’ambizione culturale e turistica a periferia suburbana, ma nel frattempo ci sarebbero stati gli anni d’oro, gli anni ’20 e ’30, tra liberty e razionalismo.
E ancora qualche sprazzo negli anni ’50 e ’60, quando Ostia e il suo mare hanno ospitato set di molti film.
Ma sicuramente, la Ostia che oggi non ti aspetti, e che è da riscoprire, è proprio quella delle origini, quando grandi architetti gareggiavano per rendere bello il mare dei romani. 
Dal sito di Roma Capitale:
“L’architettura moderna di questo periodo dona un certo fascino all’area; ne costituiscono un esempio le palazzine ed i villini liberty del centro storico, le case popolari su via della Marina e corso so Duca di Genova, oppure il Palazzo del Pappagallo che si incontra sulla piazza Anco Marzio, passeggiando sul lungomare.
Continua a leggere…

Related posts
Il mio Instagram di marzo
22 maggio 2017
Gennaio ciao, benvenuto Febbraio vedi di farcela
1 febbraio 2017
Il magico risotto di Sookie, da Eat like a Gilmore
5 dicembre 2016
Cose da Foodies, Eventi

Ostia ” Cena in Bianco”, per celebrare la città giardino, il mare di Roma

10374853_1476523809252261_8711017145993713240_n
LE REGOLE:
Ostia “Cena in Bianco” e’ un flash mob per riappropriarsi di uno spazio della nostra città e renderlo bello ed elegante per qualche ora.
La partecipazione e organizzazione di trasporto, allestimento e cena sono autonome e a proprio carico.
La partecipazione e’ assolutamente GRATUITA.
Ecco finalmente le regole di Ostia ” Cena in Bianco”.
Per prima cosa ricordate di portare con voi allegria, eleganza e voglia di condividere una serata speciale.
Raccogliete intorno a voi amici, familiari, colleghi. Organizzate il vostro tavolo. Vestitevi di bianco. Enjoy.
Quando e dove?
L’evento si svolgerà venerdì 5 settembre 2014, il luogo sarà tenuto segreto fino alla mattina del 4 settembre.
Perché il luogo e’ tenuto segreto?
Nel rispetto della migliore tradizione del Flash Mob il luogo dell’ evento viene svelato nelle 24h precedenti.
Gli orari.
Gli orari in questa fase sono indicativi e verranno riconfermati il 4 mattina.
L’arrivo sul luogo della cena deve avvenire tra le 19.00 e le 19.30. Cercate di essere precisi. All’arrivo recatevi al desk dell’accettazione ( lo riconoscerete) per accreditarvi e farvi accompagnare al vostro posto.
Tra le 19.30 e maxi le 20.30 dovrete aver allestito il vostro tavolo, e essere pronti per cenare.
I Brindisi, gli auguri per i vari compleanni, anniversari, fidanzamenti ecc. avverranno verso le 23.00.
Al segnale degli organizzatori si dovrà cominciare a sparecchiare ed entro le 24 sul luogo non ci dovrà più essere nessuna traccia di bianco.
Per il resto…. Stay tuned.
Chi può partecipare?
Tutti!!!!
Non si deve essere iscritti all’ Associazione o a qualche club.
Sono benvenute tutte le fasce di età, e anche gli amici a quattro zampe.
Ricordate però che saremo in tanti, e non sono previsti servizi di dog assistance, nè di animazione per i bambini.
Devo accreditarmi?
Non è obbligatorio, ma se ci segnalerete su questa pagina con quante persone volete partecipare o quanti tavoli porterete, faremo in modo di assegnarvi degli spazi gli uni accanto agli altri.
Inoltre, nella migliore tradizione delle cene in bianco, potrete, sempre qui, segnalarci i compleanni che verranno festeggiati quel giorno, gli anniversari, i fidanzamenti, ecc… in modo che i nostri White Angels possano provvedere agli auguri.
Ci si potrà accreditare fino alla mezzanotte del 3 settembre 2014.
Cosa devo portare?
– Tavolo ( quadrato o rettangolare, perché i tavoli vengono posti in successione uno accanto all’altro, in una vera atmosfera di condivisione).
– Sedie
– Tutto ciò che mi occorrerà per cenare ( piatti, bicchieri, tovaglia, tovaglioli, lanterne, candele, fiori, occorrente per allestire il tavolo, e ovviamente il cibo e le bevande).
– cavatappi, accendino, coltelli per affettare, pane sale pepe olio. Stelline di capodanno ( se volete).
– sacco dell’ immondizia

Continua a leggere…

Related posts
Il mio Instagram di marzo
22 maggio 2017
Gennaio ciao, benvenuto Febbraio vedi di farcela
1 febbraio 2017
Il magico risotto di Sookie, da Eat like a Gilmore
5 dicembre 2016
Cose da Foodies, Eventi

Diner en blanc, a lume di candela per rendere belle le nostre città

roses-770954_960_720

Se ne parla, per mesi, prima sussurrato, poi sempre più diffusamente.
Ci sono regole precise, e’ francese, e’ chic, e da un po’ lo facciamo anche in Italia, soprattutto nelle grandi città. 
La ” Cena in bianco”.
La famosa Diner en Blanc, nata a Parigi nel 1988, e nella capitale francese, è ormai tradizione. 
L’idea fu di François Pasquier.
Rientrato a Parigi, dopo un lungo viaggio Pasquier radunò i suoi vecchi amici per una cena conviviale ed elegante: un pic-nic al Bois de Boulogne, e chiese a tutti, data la vastità del parco, di vestirsi di bianco per essere riconoscibili.
Da quel momento la “Diner en Blanc” ha attraversato il globo, da New York a Toronto, da Milano fino a Tokyo.
Related posts
Il mio Instagram di marzo
22 maggio 2017
Gennaio ciao, benvenuto Febbraio vedi di farcela
1 febbraio 2017
Il magico risotto di Sookie, da Eat like a Gilmore
5 dicembre 2016