Tag

coromandel

Cose da Foodies, Eventi

To do list e eventi da far girare la testa

fermentazioni_2014_223

Sono tornata dalle ferie e vi vedo. Vi vedo e vi immagino, a scegliere l’agenda nuova, e vi vedo mentre scrivete le vostre to do list.

Vedo tutti gli elenchi di buoni propositi che avete stilato per rimettervi in forma, vivere meglio, condurre vite sane e morigerate.

Lo so, perchè l’ho fatto anche io.

Ho preso l’ agenda, gli stickers, i post it e le penne colorate e washi tape.

Li ho sparsi sulla scrivania e ho scritto.

Tra gli altri anche il piano editoriale di questo blog, oltre a quelli per i clienti, le strategie di comunicazione.

E poi sono tornata in ufficio.

TRAGEDIA! E’ tutta la settimana che guardo questo spazio bianco, guardo i post che avevo programmato e poi chiudo tutto.

E niente, settembre mi ha fatto un brutto effetto, e questa settimana l’ho vissuta come un lunghissimo lunedi.

Ma adesso basta, perchè invece ci sono un sacco di cose da raccontare, di novità, di eventi non solo food.

Continua a leggere…

Related posts
Il mio Instagram di marzo
22 maggio 2017
Gennaio ciao, benvenuto Febbraio vedi di farcela
1 febbraio 2017
Il magico risotto di Sookie, da Eat like a Gilmore
5 dicembre 2016
Dolci, Ricette

Brownies e caramello salato, what else?

brownies1

Ho fatto i brownies, e no, questa non è una novità.

Nella consapevolezza della mia inadeguatezza culinaria i brownies li so fare.

Probabilmente perchè mi piacciono. Tanto. Tipo droga.

Non esiste che a Londra io non compri brownies compulsivamente.

C’è chi brownies3a Londra svaligia Primark, e poi ci sono io che degusto i dolcetti al cioccolato.

Dunque possiamo asserire che sui brownies ho una certa competenza.

La novità di questa ricetta è che, non contenta della loro oggettiva golosità, ho aggiunto il caramello salato.

Il caramello salato divide in due il mondo: c’è chi, al solo pensiero di dolce-salato crolla in preda a crisi di terrore vero e chi lo ama alla follia.

Io lo amo.

So anche esattamente quando l’ ho assaggiato per la prima volta.
Un dessert strabiliante della mia amica Ornella De Felice, di Coromandel, eccolo:

cheesecake Ornella de felice

Ma torniamo ai miei brownies.

Ho provato diverse ricette nel tempo, ma al momento la mia preferita è questa: Continua a leggere…

Related posts
Il Trono di Spade è ricominciato, cuciniamolo insieme
17 luglio 2017
Mini ciambellone al limone
10 luglio 2017
Rotolo di zucchine e cose dal mio orto
3 luglio 2017
Mangia e bevi

Coromandel, nel centro di Roma e del mio cuore

IMG_2593

Se Vianne avesse aperto un ristorante a Roma, e non una cioccolateria a Lansquenet, il suo locale sarebbe stato Coromandel.

Lo stile curatissimo anni ’50, le sedie, i pezzi vintage abbinati con gusto, i tarocchi e le carte da gioco incastonate nei tavoli , le lampade soffuse e persino la scelta musicale, una Edith Piaf rauca e fumosa. Quando attraversi la porta di Coromandel sei nel posto in cui vorresti essere in quel momento: è Parigi negli anni 50, ma con il calore di casa, con le zuppiere disposte tra i libri negli scaffali. E’ il posto di cui avevi bisogno, anche se non lo sapevi. 
E’ un dejavu. 
Se fosse un film di Woody Allen sarebbe Midnight in Paris, e allora ti sembrerebbe plausibile condividere la colazione con poeti e pittori. 
Katia Minniti, la proprietaria è riuscita nell’intento di creare un ambiente unico, ricercato ma contemoraneamente caldo e con il pregio di avere un accogliente sapore di casa. Ma senza dimenticare che siamo a Roma, tra i vicoli più belli e pittoreschi, tra il via vai sciamante dei turisti, e siamo nel 2015.

Continua a leggere…

Related posts
Il Trono di Spade è ricominciato, cuciniamolo insieme
17 luglio 2017
Mini ciambellone al limone
10 luglio 2017
Rotolo di zucchine e cose dal mio orto
3 luglio 2017
Cose da Foodies, Eventi, Storie

Ada Boni, la donna che ha insegnato la felicità della cucina alle ragazze italiane

Ada_Boni_329

” Molti conoscono il Talismano della Felicità”, pochissimi conoscono Ada Boni”

Inizia così Stefania Barzini, il primo dei due convegni dedicati ai #libridamangiare organizzati dalla Casa delle Letterature e Casato filo della Rosa Onlus, nell’ambito delle iniziative per WE Women for Expo 2015.
Ed effettivamente, pensateci, molte magari l’hanno ricevuto in dono per le proprie nozze ( pare che le vendite del Talismano schizzino alle stelle nella stagione dei matrimoni, da sempre) o lo hanno visto tra i ricettari di mamme e nonne, ma quante conoscono la sua autrice?
Ada Boni è stata molte cose, moglie e madre dedita alla famiglia e felice di esserlo, ma anche direttrice di una rivista ” Preziosa” attraverso la quale ha raccontato l’alta borghesia dagli anni ’20, parlando a donne moderne e al passo con i tempi.
Dice Martina Paolucci, autrice di una tesi di laurea su Ada Boni e la sua rivista «Preziosa»: rivista di economia domestica per signore (1915-1959), in una bella intervista  sul blog Ma che ti sei mangiato: Continua a leggere…

Related posts
We – Women for Expo, il sito, le Ambassador, le prime ricette della vita
7 luglio 2014
Cose da Foodies, Eventi, Storie

Da Coromandel, a salutare delle amiche e a sfogliare una rivista preziosa, Dispensa di Martina Liverani

coro2B8

Andare in un posto nuovo, e sentirsi a casa.Così è stato, giovedi 13 novembre, quando le Petronille si son mosse compatte verso la festa organizzata da Martina Liverani a Roma, per la presentazione del terzo numero di Dispensa, la foodzine dedicata a tutti gli amanti del cibo e dell’universo che gli gira intorno. Dispensa è un giornale da collezionare, di carta (un genere alimentare anch’essa: è carta prodotta con gli scarti di frutta e noci), da leggere con calma, da sfogliare ascoltandone il fruscìo, fatto solo di storie (sì, avete visto bene, non ci sono pagine pubblicitarie, solo storie) raccontate con un registro doppio di parole e d’immagini, di Generi umani e di Generi alimentari, come recita la testata.” 
Coromandel ( al momento della scrittura di questo post il sito è in manutenzione, ma se volete avere un’idea di cosa aspettarvi da questo ristorante provate su FB o su Intagram ) è un piccolo gioiello di stile e accoglienza, di proprietà di Katia Minniti, e con una cucina magistralmente gestita da Ornella De Felice
Continua a leggere…

Related posts
Speciale Tavola del Mondo, Il contributo di Vichi De Marchi alla Tavola del Mondo
27 aprile 2015
#WeEatTogether, la Call Action di WE Women for Expo
10 aprile 2015
Da La Voce di New York, i cavatelli di grano arso di Cristina Bowerman, ricetta della vita
25 gennaio 2015