Tag

off topic

Cose da Foodies, Storie

Gastrofighettismo e discount ( o il discount della scrittura food)

shopping-1232944_960_720

Ho letto questo post di Munchies sulla spesa al discount, mi sono scandalizzata in parte per la misera scrittura in parte per la poca attenzione sociale e sociologica, oltre ad una mancanza totale delle basi del mestiere: controllare sempre dati fatti e fonti, che la figura barbina è sempre dietro l’angolo.

Istruzioni per la lettura di questo post:
Nella mia testa questo post va letto come se aveste in mano un telecomando, quando trovate il corsivo, l’articolo di Munchies si mette in pausa e parte la voce fuori campo.
Sempre nella mia testa la voce è quella di Jack Folla, voi potete metterci quella che volete.

Ho fatto la spesa al discount con uno chef per capire cosa comprare (e cucinare) Di Paola Buzzini

Diego Rossi del ristorante Trippa di Milano mi ha accompagnato in un discount e abbiamo provato a capire come fare la spesa senza comprare troppe schifezze.

Qui è dove si da per assunto che al discount si troveranno schifezze.
Capisco che uno abbia poco tempo per confezionare un post ma io mi sbatterei un minimo in più per la ricerca.
Non voglio essere paladina a tutti i costi dei prodotti del discount ( anche qui: quanto si può generalizzare dicendo discount senza citare quale?) e della Gdo ma mi sento di  criticare il ruolo degli scribacchini del food.
Dunque basterebbe chiedere a Google.
chiedi a google
Ad esempio Dissapore ha più volte proposto prove di assaggio di prodotti di discount.
Altra ricerca: migliaia di prodotti della gdo non brandizzati ma prodotti da grandi marchi e poi venduti con il marchio del discount.
Leggere le etichette è fondamentale, ricorderò sempre l’orrore provato leggendo alcune etichette di prodotti in vendita da Natura Si.
Continua a leggere…

Related posts
Se il rosa non è una priorità
7 novembre 2017
Il Trono di Spade è ricominciato, cuciniamolo insieme
17 luglio 2017
Mini ciambellone al limone
10 luglio 2017
Contest e Collaborazioni, Cose da Foodies, Eventi, Tv

Gilmore Girls night, il menù e il mio spiegone definitivo sul cerchio della vita

gilmore-girls-n2

gilmore-girls-n1E’ passata una settimana. Le ragazze, le Gilmore Girls sono tornate nelle nostre vite dopo 10 anni e dopo 10 anni
Amy Palladino ha chiuso il cerchio della vita con quelle che sono ormai a tutti note come le ultime 4 parole.

La mia è stata una serata intensa e impegnativa, perchè in onore delle ragazze Gilmore ho cucinato un intero menù tratto dal bellissimo libro di Kristi Carlson ” Eat like a Gilmore”.

Ne ho parlato per giorni, ci ho ragionato molto, volevo scegliere pietanze davvero significative, e di impatto emotivo, oltre che gastronomico.

Ecco dunque l’antipasto, le deviled eggs, le uova che finiranno dritte dritte sulla macchina di Jess.

La Autumn Sangria, dal compleanno di Rory.

Il magico risotto di Sookie e il Patti Melt, il panino preferito di Kirk.

Per concludere le Lemon Mini Cake Bundt, le tortine al limone servite a casa Gilmore.

E tanto caffè, per fare nottata e tante caramelle gommose e patatine a gusti improbabili.

Come se ci fossimo appena lasciate le Gilmore Girls e la loro stramba città sono ancora lì, e Amy Sherman Palladino ha fatto un lavorone per rendere questo ritorno a casa più che memorabile.

Questo post è il mio spiegone definitivo, in 5 comodi punti:

Continua a leggere…

Related posts
Sette consigli per un tour tra Umbria e Toscana
10 gennaio 2018
Il Trono di Spade è ricominciato, cuciniamolo insieme
17 luglio 2017
Mini ciambellone al limone
10 luglio 2017
Contest e Collaborazioni, Cose da Foodies

Arcobaleni, winx ed avere 8 anni, 10 motivi per andare a Rainbow Magicland e un regalo per voi

FullSizeRender 7

BuzzooleFullSizeRenderSi, sono completamente off-topic, ma sabato ho passato una giornata a Rainbow Magicland e non potevo non raccontarvi 10 motivi per cui dovete assolutamente andarci anche voi:

1. Rainbow Magicland è il terzo parco divertimenti d’Italia, ed è a due passi da Roma. E’ collegato benissimo e proprio attaccato all’outlet Valmontone, così si può anche andare a fare shopping.

2. E’ un parco attento all’impatto ambientale, infatti ospita il parcheggio fotovoltaico tra i più grandi d’Italia, coprendo il 75% del fabbisogno energetico del parco con energia pulita.

3. E’ un posto magico, adatto ai bambini di tutte le età, e con attrazioni e spettacoli pensati per tutti i gusti: sei amante dei musical e degli spettacoli? Romeo e Giulietta, Winx is Magic e Mia e la sfera magica. Continua a leggere…

Related posts