Tag

pane

Cose da Foodies, Storie

Roberta Pezzella, Peter Pan e la semplicità del pane

Roberta_Pezzella1

Leggendo la storia di Roberta Pezzella, qua e là, nel web, ho pensato a Cenerentola, e ad un lieto fine in cui il principe azzurro è l’olimpo della ristorazione.
Lei, la ragazza ciociara, che parte dal banco del pesce della Conad, si appassiona alle materie prime, le studia, passa a studiarsi la panificazione, e arriva nella grande città.
Gambero Rosso.Si classifica prima del corso, la migliore allieva. Adirittura Miglior allieva per i 10 anni delle Scuole del Gambero Rosso.
Roberta, studia, frequenta corsi, fa stage.

Poi arriva Heinz Beck, che forse non è il principe azzurro, ma è il firmamento stellato della ristorazione.
Quella di Roberta e Heinz è una storia di andate e ritorni
Prima lo stage, poi lo studio di pane, farine e lievitazioni, con un grande maestro come Bonci, e il ritorno dallo chef.
E li Roberta riprogetta da zero il cestino del pane della Pergola.
E li Roberta diventa una principessa. Continua a leggere…

Related posts
Vietato fare paragoni, o di una mattina tra amici, pizza e supplì
8 aprile 2016
Non solo pizza da Sancho, a Fiumicino
16 ottobre 2015
Tutti pazzi per FFK 15
30 settembre 2015
Cose da Foodies, Storie

Un amico “buono come il pane”

pane bonci
Bonci 1Vulcanico. Un uragano. Appassionato.
Se chiedete a google ” Gabriele Bonci”, Google vi risponderà così.
A voler essere precisi la sua bio ci racconta che “Gabriele Bonci, nasce, nel 1977, a Roma, dove vive e lavora. Da piccolo, nella cucina di sua madre, assorbe gli odori della natura, rimane affascinato dalla tradizione, scopre la sua passione.
Mentre cresce in lui la consapevolezza che quella è la sua vita, siamo giunti al 2003 quando decide di gestire, tutta da solo, una pizzeria, la pizzeria, il Pizzarium; da qui è storia, la storia della panificazione e della lievitazione che lo ha reso famoso, oltre le Alpi e l’Oceano.
Non perde mai quell’aria di “ragazzo di bottega”, nemmeno quando racconta e insegna al suo pubblico, davanti le telecamere della Prova del Cuoco.”
Se chiedete di nuovo a google, questa volta notizie sulla sua pizza e su Pizzarium, le risposte spazieranno tra “crea dipendenza”, ” assuefazione”, la pizza romana per eccellenza”, il ” Michelangelo della pizza”, ” qualità e attenzione per le materie prime”.
Gabriele è’ anche buono.
Buono come il pane, generoso come la sua pizza.
Gabriele, e il suo amore per il cibo vero, per gli alimenti della tradizione, per il prodotto di un’agricoltura che è passione e storia, sarà ospite del progetto Petronilla, per il Casato Filo della Rosa.
Presto vi racconteremo di più, ma restate connessi, ci saranno molte sorprese..
Related posts
Vietato fare paragoni, o di una mattina tra amici, pizza e supplì
8 aprile 2016
Non solo pizza da Sancho, a Fiumicino
16 ottobre 2015
Tutti pazzi per FFK 15
30 settembre 2015